Progetti

Giovani cittadini monitoranti

Gli obiettivi generali a cui il progetto “Giovani cittadini monitoranti. Vigilare dal basso nella società post COVID-19” concorre sono:

Superare l’idea che “monitorare” i rischi di corruzione sottenda qualcosa che abbia a che vedere con le sole forze di contrasto, con “élite di cittadini” di soli adulti o peggio ancora con “ronde di quartiere” (l’esatto contrario del modello che intendiamo costruire);

Cancellare lo stereotipo che non sia possibile portare i temi della prevenzione della corruzione a bambine/i e ragazze/i in età scolare, dimostrando invece come sia indispensabile proporre quanto prima la scelta di una vita libera e integra, incoraggiando a divenire loro stessi i custodi dei beni comuni di cui fruiscono;

Ridurre i rischi di infiltrazione delle mafie e di genesi di comportamenti corruttivi tramite una diffusa attenzione civica, al fine di generare quelle barriere, morali e sociali, al diffondersi di questi cancri, cominciando da ciò che è più vicino alle proprie esperienze di vita;

Ricostruire la fiducia tra istituzioni e giovani cittadine/i di Cremona, grazie a una aumentata consapevolezza e presa in carico dei beni comuni da parte delle/degli studentesse/studenti di ogni ordine e grado.

L’ Obiettivo specifico del Progetto è quello di accompagnare le studentesse e gli studenti delle scuole del CPL-CR, nella realtà cremonese e cremasca martoriate dall’epidemia, a divenire “giovani cittadini monitoranti” del mondo post COVID-19, in grado di utilizzare il “diritto di sapere” previsto dalla normativa di prevenzione della corruzione e di vigilare i propri stessi comportamenti.

Scarica il documento completo